Codognè. Chi era Ferdinando Ferracini? Primo sindaco di Codognè, patriota Veneto, ma non solo

Presentato il voume di Fiorella Botteon  "Ferdinando Ferracini" un patriota Veneto nel Risorgimento Italiano. Un'opera segnalata al Premio Brunacci Monselice per la  storia padovana e Veneta. Il libro percorre attraverso testimonianze raccolte dall'autrice in sette anni di ricerche ed è supportato da documenti storici ben precisi perché, come ha precisato il conduttore Giampier Nicoletti " Il documento storico deve riportare solo fatti supportati da prove. Dove mancavano i riscontri documentali non si poteva e non si doveva arricchire di particolari una storia che non sarebbe risultata vera. L'autrice in questi anni di lavoro ha voluto raccontare l'uomo e la sua storia solo attraverso quegli scritti, le lettere, i certificati e quant'altro è riuscita a recuperare nella sua certosina ricerca. Sappiamo che Ferdinando Ferracini aveva scritto un diario. Sarebbe bello poterlo ritrovare. Magari in qualche soffitta c'è qualcuno che lo conserva, magari inconsapevolmente"

L'autrice, dopo il saluto del vicesindaco Laura Busiol e del Sindaco Roberto Bet, ha percorso passo passo tutte le fasi del libro e la storia di questo personaggio che nonostante abbia dato il nome ad una via e alla scuola media del paese era di fatto uno sconosciuto ai più. E' questa la prima volta che uno scrittore si  è interessato alla sua storia e a Codognè sono in molti ad essere incuriositi ad approfondire e scoprire chi è stato e chi era veramente il primo cittadino di Codognè.



























Commenti