Natale e Presepe.Vogliono togliere il nome di Gesu'dalla recita e la bimba di 10 anni si ribella





Con l'inizio dell'avvento siamo alle solite. Maestre che non vogliono simboli Cristiani in classe. Presepi che non si faranno a scuola, simboli del nostro Credo Cristiano, e soprattutto della nostra Tradizione, rimossi da luoghi pubblici dove "Potrebbero essere lesivi per le persone di altre  fedi religiose".

RISPETTARE LE REGOLE DI CHI OSPITA 

E' ora di finirla con queste cretinate. Anch'io come molti italiani, come molti Veneti, sono stato emigrante. Mi sono adattato al Paese che mi ospitava e ho cercato di rispettare la legge e le regole. In Italia questo non e' possibile. Non credo che la colpa sia da imputare tanto a coloro che appartengono ad altre religioni. Credo che la colpa di tanto rumore che viene immancabilmente sollevato sia da imputare a quelle maestre, che nel nome di una liberta' di culto invocano che vengano soppresse le nostre stesse tradizioni. Figlie politiche di una sinistra renziana che farebbe di tutto pur di scardinare tutto quello che non e' stato scardinato durante i cinque anni di malgoverno. 

UNA BIMBA CORAGGIOSA

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/veneto/veneto-le-maestre-cancellano-il-nome-di-gesu-dalla-canzoncina-di-natale-bimba-si-ribella-e-vince_

Antenna tre, l'emittente Veneta, e anche TG com, hanno riportato questa sera due notizie a riguardo. La prima riguarda una bimba di dieci anni di una scuola nel Veneto che vedendo rimosso il nome di "Gesu'" dalla recita natalizia, ha avviato una raccolta di firme tra i suoi piccoli compagni di classe, obbligando di fatto le maestre che avevano preso la scellerata decisione a rivedere il tutto e a re inserire la parola "Gesu'" nella recita natalizia.

Il secondo episodio che riporta Antenna Tre riguarda il comune di Favaro Veneto dove in una scuola elementare non verra' fatto il Presepe. Il sindaco si e' offerto di aprire il municipio per allestirlo negli uffici comunali.
0