Cadeva oggi il Muro di Berlino -9 novembre 1989- Ero arrivato dopo un viaggio in auto durato diciasette ore

Sentita la notizia che stava per essere abbattuto, mi sono sciroppato 17 ore di auto per arrivare in tempo ad immortalare un evento storico.Ricordo le interminabili file di auto che ho incontrato avvicinandomi a Berlino (nella corsia opposta). Erano tutte "Trabant"  di Tedeschi dell'Est che potevano finalmente uscire. I Vopos , la polizia che controllava che nessuno uscisse o attraversasse il  Muro, erano in un certo modo disorientati. Non sapevano bene cosa fare mentre osservavano la gente salire sul Muro, picconarlo con martelli e mazze, avvicinandosi come mai prima era successo.

Lavoravo per il Gazzettino di Treviso  in quegli anni. Non avendo un contratto però avevo la possibilità di "sganciarmi" dall'impegno di curare fotograficamente la pagina di Conegliano. E così feci. Saltai sulla mia auto e via,verso Berlino, per la prima volta in vita mia. 

Fu un'esperienza unica e indimenticabile. Conservo con cura tutte le foto scattate nelle dodici ore in cui rimasi a Berlino. Voglio condividere le più significative, oggi nell'anniversario di quell'evento storico che cambiò la storia d'Europa per sempre.
 

L'ebbrezza del cambiamento e la possibile fine del Comunismo contagiarono altri Paesi Europei. Cominciai così a seguire tutti gli avvenimenti che seguirono. Iniziò  la Cecoslovacchia con Praga e poi seguì la Rivoluzione di Natale in Romania.  L'onda del cambiamento arrivò alla sua fine nell'ex Jugoslavia con la guerra Serbo-Croata.





Ebbi il modo così di seguire in diretta queste pagine di storia, e ne conservo il vivo ricordo, le emozioni, le foto.
0