Disabili.Ministero inutile.Se ci sei batti un colpo.280 Euro al mese non bastano.Leggi da cambiare!

Caro Salvini, Caro Di Maio,
Apprezzo i vostri sforzi per cercare di rimettere in piedi un' Italia ridotta a un colabrodo da chi vi ha preceduti nella gestione della cosa pubblica. Capisco che i problemi da risolvere sono tanti ed il tempo è sempre limitato. Sono veramente felice che in questo governo si sia pensato di aggiungere un ministero per la disabilità, ma diciamoci la verità: A CHE COSA SERVE? Fin'ora non ha prodotto risultati o iniziative tangibili "Se ci sei MINISTERO batti un colpo.Ma fallo presto."
DUECENTOTTANTA EURO AL MESE PER SOPRAVVIVERE? UNA PRESA IN GIRO.
Questa è la cifra che attualmente un disabile con almeno 80% percepisce dall' INPS .. Quanto ci si mette a spendere questa enorme risorsa? Basta comprare i libri di scuola oppure andare a fare la spesa alcune volte; pagare le bollette, la benzina, il bollo, l'assicurazione eccetera.
FARE SUBITO QUALCOSA PER MIGLIORARE LA SITUAZIONE
Ribadisco che i problemi da risolvere per voi siano infiniti. VI chiedo solo di mettervi per un minuto nei panni di una famiglia con un disabile, che debba fare quadrare i conti con neanche 300 Euro al mese.
IMPIEGARE I DISABILI NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
Essere iscritti alle liste "speciali" della Provincia non serve assolutamente a niente. Il sistema va revisionato e rivoluzionato. 

Se le persone disabili fossero gestite localmente, dai sindaci, da un'assessorato alla disabilità, le cose cambierebbero rapidamente. Qual'è il sindaco che non conosce la situazione reale dei disabili nel suo territorio? Forse nelle grandi città non sarà possibile, ma se iniziamo dal basso, dai piccoli paesi di campagna, come quello dove vivo io, ecco che il cambiamento può avvenire. Come? Magari eliminando i vari concorsi che vengono istituiti ogni volta che c'è un posto libero per un disabile. Il concorso venga pure fatto, ma limitiamolo al comune che necessita di impiegare la persona con handicap, per evitare un inutile "turismo del concorso"che crea solo disagio e inutili aspettative.


BIBLIOTECHE, SCUOLE, MUSEI, MUNICIPI,AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE, UFFICI PER IL LAVORO
Questi sono i posti di lavoro che dovrebbero venire assegnati a noi. Lasciamo che le persone normodotate (che spesso fanno rima con RACCOMANDATE) si cerchino il lavoro nel privato. Assumiamo i disabili. Controlliamo che le ditte con l'obbligo di assunzione facciano quello che viene loro richiesto dalla legge. E alziamo questa CARITA' di DUECENTOTTANTA EURO venga portata ad un livello meno da terzo mondo, meno ridicolo, ma che soprattutto consenta a chi è meno fortunato di poter sopravvivere in una società menefreghista ed egoista come la nostra.
0