Codognè. Festa della Mela Cotogna. Le novità.Il Programma dettagliato

              Mele Cotogne con la Meravigliosa Villa Toderini. Due simboli di Codognè 
                                                   (foto copyright pio dal cin)


Se iniziassi questo post dicendo che :"La mela che Eva mangiò nel Paradiso Terrestre era una Mela Cotogna" Ci credereste?  Questo post ricalca le origini della Mela Cotogna e le sue virtù acclamate persino da Ippocrate. Le prime tracce di coltivazione della mela risalgono a  8500 anni fa, a Gerico (We know that 8,500 years ago apples were being grown and eaten in ancient Jericho, a city in the west bank region of the Jordan River. Jericho is considered the oldest city and longest inhabited in the world, with parts of the city dating back 11,000 years making the discovery of apple seeds from 8,500 years ago quite authoritative and giving a clear indication that apples eaten for almost as long as humans have built settlements. We have no evidence that ancient Jericho had orchards as we understand them, and the presence of seeds may only mean that apples were eaten and the seeds spat out, although suggestions are that if apple seeds were being stored then probably apple trees were also being grown.)

Le fonti che parlano di mele nel web sono infinite. A noi piace pensare che la mela che Eva mangiò nel giardino dell'Eden fosse una Cotogna. Poi magari disse ad Adamo:" Metti tutto in una pentola che facciamo la Cotognata"

                           "Vai Adamo,mettila in una pentola che facciamo una Cotognata"

Scherzi a parte:


Le fonti D'ACQUA SORGIVA che per anni anni alimentato i nostri terreni, qui a Codognè, li hanno resi fertili e pronti ad accogliere coltivazioni di grande qualità. Il PROSECCO è una di queste. Conosciuto in tutto il mondo, quest'anno arriverà a superare i NOVE MILIONI  di bottiglie "taggate" D.O.C. o D.O.C.G. Oggi parleremo di altri prodotti che trovano nel nostro paese di campagna  abitato da 5300 abitanti  con le frazioni di Cimetta, Cimavilla e Roverbasso, che gode di una posizione geografica invidiabile, visto che in meno di un'ora si possono raggiungere VENEZIA o le spiagge dell'ALTO ADRIATICO, in mezz'ora le COLLINE DEL PROSECCO tra Conegliano e Valdobbiadene, in quella che ormai nel mondo viene definita Prosecco's Country  

                       Le Colline del Prosecco, candidate a diventare patrimonio dell'Umanita'

Le vette delle DOLOMITI sono solo a due ore di strada, come tutte le altre zone del nostro amato VENETO, locomotiva dell'economia Italiana e motivo di orgoglio in tutto il mondo
                                  Gregge nei pressi di Passo Falzarego (foto copyright pio dal cin)




A CODOGNE' LA MELA COTOGNA DI ALTA QUALITA' TROVA IL SUO HABITAT.

Un' altro prodotto di grande qualità è la MELA COTOGNA. Questo  frutto meraviglioso , che trova nel terreno, nell'acqua e nell'aria di CODOGNE' il suo habitat ideale, è particolarmente ricercato  nella preparazione di marmellate (cotognate) e mostarde. Negli ultimi d anni, grazie alla Diciottesima Festa della Mela Cotogna e alle sue precedenti edizioni, fortemente rilanciate dall'attuale amministrazione capitanata dal giovane ed intraprendente sindaco Roberto Bet , la MELA COTOGNA si sta imponendo con grande energia come cultura alternativa, vista la grande richiesta da parte dei produttori di marmellate e mostarde, sia locali che su tutto il territorio nazionale.
                                            Il sindaco di Codognè Avv. Roberto Bet 


"C'è stato un notevole incremento della coltivazione della MELA COTOGNA negli ultimi dieci anni. " Ha dichiarato uno dei più importanti produttori della zona. "I cento quintali che siamo riusciti a produrre quest'anno (contro gli ottanta dello scorso anno) sono stati venduti ancor prima di essere raccolti. E' un prodotto sempre più richiesto".


I produttori industriali di marmellate cercano solamente  un prodotto di ALTA QUALITA', ed è quello che qui a CODOGNE' riusciamo a proporre attraverso una particolare attenzione per questo meraviglioso frutto che ha regalato il NOME al paese.


            LE NOVITA' E IL PROGRAMMA DI QUESTA DICIOTTESIMA EDIZIONE

Dietro le quinte di una festa così ben organizzata, come sempre, c'è una squadra che lavora con il solo scopo di renderla come le altre edizioni, qualcosa di originale e indimenticabile per le migliaia di persone che affolleranno le vie del centro. (chiuso al traffico veicolare dalle 8 del mattino alle 18).

La regia come sempre è affidata alla capacità organizzativa del consigliere provinciale la dottoressa Lisa Tommasella, (nella foto )




che anche quest'anno è riuscita ad incrementare il numero degli espositori fino a 150 ,che con le loro bancarelle artigianali, e i prodotti tipici della zona, daranno colore al centro snodandosi in un allegro serpentone che avrà come sfondo la meravigliosa VILLA TODERINI, altro simbolo del paese.


IL PROGRAMMA: DETTAGLI.

Ecco nel dettaglio il programma della manifestazione che si inserisce come ogni anno all'interno dei festeggiamenti della MADONNA DEL ROSARIO Leggete qui il programma.

Interessante novità il simposio sulle PPL (Produzioni Locali Venete) nella sala riunioni della  Biblioteca Comunale di Codognè  e la FIERA DELLA PICCOLE PRODUZIONI LOCALI il 14 Ottobre, in concomitanza con il clou della FESTA DELLA MELA COTOGNA.


LA FESTA E' STATA IDEATA CON ATTENZIONE PARTICOLARE PER I PIU' PICCOLI, PER I QUALI NON MANCHERANNO LE CLASSICHE GIOSTRE, ANIMAZIONI E GIOCHI DI OGNI TIPO, RENDENDOLA PARTICOLARMENTE ADATTA ALLE FAMIGLIE.








L'elenco dei locali che per tutto il mese di ottobre proporranno, piatti, dolci, gelati, pane e pizze con l'ingrediente principale della festa: LA MELA COTOGNA.






0