Codognè, dopo l' incendio della casa la proprietaria si rimbocca le maniche per ripartire.


Avviso ai naviganti. L'articolo e le foto sono "copyright pio dal cin 2018". La pubblicazione e la riproduzione anche parziale di testo e foto non è consentita senza l'esplicito consenso dell'autore.

Paola è la proprietaria della casa bruciata nella notte di sabato. "Se non fosse stato per l'allarme che segnala la presenza dell'ossido di carbonio, probabilmente non sarei qui a raccontarla" Dichiara la simpatica e grintosa barista che tutti in paese conoscono e apprezzano per la sua cordialità quando lavora al bar del Maxi a Roverbasso di Codognè. "Ero già a letto da più di un'ora quando ho sentito l'allarme. Mi sono svegliata, ho visto il fumo, il fuoco che proveniva dal salotto. Ho cercato in tutti i modi di spegnere le fiamme senza però riuscirci e sono uscita. Voglio ringraziare i vigili del fuoco di Conegliano per il loro tempestivo intervento che ha limitato i danni alla casa. Ci sarà molto da lavorare per rimetterla in sesto." 



Paola, da buona Friulana non è certo una che si lascia scoraggiare dalle avversità e già domenica mattina era al lavoro, assieme ai suoi due figli, alle loro compagne e ad alcuni amici, per sistemare i danni causati dal fuoco e dal fumo dell'incendio. A lei va sicuramente la solidarietà di chi scrive e di molti abitanti che in queste ore hanno espresso il loro affetto e la loro vicinanza alla cara Paola in questo momento particolarmente delicato. A fronte di grandi sacrifici aveva acquistato la casa poco più di un anno fa. La speranza è che l'assicurazione riconosca e copra gli ingenti danni.  
0