Oggi inizia il lavoro di un nuovo libro.L'autobiografia di un grande personaggio di Codognè





Una storia non molto lontana che fa riflettere su come eravamo negli anni sucessivi al dopoguerra. Fu grazie al piano Marshall che inizio' la costruzione e la ricostruzione delle infrastrutture , della viabilità e delle case distrutte dalla guerra appena finita. Era il 1948. Alcide De Gasperi fu invitato dal presidente degli Stati Uniti di allora a ricevere un cospicuo assegno (1500 milioni di dollari di allora) per dar via alla ricostruzione di un' Italia che voleva ripartire. Lo spirito di unità degli Italiani fu di enorme impulso a questa ricostruzione che passò da una ripresa industriale che diede vita al benessere che seguì negli anni sucessivi. Erano anni in cui si giocava al calcio e si  faceva la politica per passione, e non per mestiere come oggi. Erano anni in cui vigeva il "Buon Senso" di cui si sono putroppo perse le tracce in questi anni. L'obesità era una parola sconosciuta e il lavoro non mancava. A Codogne' Treviso Veneto Italia​ la vita era semplice, le strade non erano asfaltate, le persone si incontravano per strada senza fretta e parlavano, si aiutavano, condividevano. In paese c'erano pochissime automobili, tutti si spostavanoa piedi o in bicicletta. Si faceva il bagno una volta la settimana perchè l'acqua calda era preparata sulla stufa economica ( a legna) e versata in una tinozza di legno dove veniva mescolata con quella più fredda fino a raggiungere la temperatura ideale". E' in questo contesto che andrò ad inserire l'autobiografia di un personaggio "storico" di Codognè​  che mi ha chiesto di scriverla per lui. Assieme alla sua storia incredibilmente unica racconterò il nostro paese ed il periodo storico che va dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. #Autobiografia #IoLeggoQuesto #VenetoMeravigliosoCodognè  Il Piano Marshall
0