Cara Ila,
Oggi mi hanno chiamato dicendomi che "Sei andata in cielo.." Sono contento di essere riuscito a farti questa ultima foto, tre giorni fa. Te ne sei andata alla venerabile età di diciotto anni e non tutti i tuoi amici possono dire di aver avuto la stessa fortuna. Non eri il "mio" cane, eri il cane di amici, ma anche questo non corrisponde al vero. Eri il cane di tutti. Vivevi fin da piccola in un piccolo paradiso terrestre ed eri circondata dall'affetto e dalle cure di chi ti aveva adottata ancora cucciola. Eri diventata la "mamma" di tutti i gatti che sono passati per la fattoria. Anche loro ti percepivano come una di loro, perchè avevi un cuore grande, eri docile e buona e come tutti i cani ci hai insegnato che l'amore ha diversi modi per esprimersi e che voi, angeli con la coda sapete amare ed insegnarci delle lezioni di vita che noi umani abbiamo dimenticato da troppo tempo. Quattro giorni fa, ti osservavo mentre riuscivi a malapena ad alzarti sulle game posteriori che ti avevano lasciato. Non volevi essere aiutata e con forza e tenacia riuscivi ad alzarti, a fare tre, quattro passi. E così facendo mi hai fatto capire che nella vita dobbiamo trovare sempre la forza di poterci rialzare con le nostre forze, anche se fossero le ultime. Avevo intuito che non ti avrei più rivista, ti ho coccolata, ti ho dato dei bocconcini prelibati, ti ho accarezzata, consapevole che anche tu non potevi rimanere con noi per sempre. Adesso riposi sotto un grande pino, da dove godi un panorama bellissimo. Mi hanno detto che non hai sofferto nel passaggio dal sonno alla morte dolce. Questo mi conforta. Sono convinto che avrai insegnato tante cose a tutti quelli che ti hanno conosciuto. Il cane è il diretto discendente del lupo e i Nativi Americani (maestri di vita e saggezza) considerano il Lupo "maestro di vita" "insegnante".
CIao Ila. Ti ho voluto un sacco di bene anche se non eri il "mio" cane. Sei stata e sarai il cane di tutti.
0