Oderzo. La Perla e la Bomboniera si incontrano in questa straordinaria piccola grande realtà

Oderzo. Opitergium per gli antichi romani.


"Antichissimo centro di origine paleoveneta, raggiunse il massimo splendore nel I secolo come municipium romano. Oggi è un'importante città agricola e industriale della Sinistra Piave."  Queste le prime righe che si leggono cercando Oderzo su wikipedia.

Non c'è dubbio. Questa cittadina di poco più di ventimila abitanti, ha avuto un passato glorioso. A testimoniarlo ci sono le vestigia e le Aree Archeologiche visitabili in varie parti del centro.

Quello di cui vorrei parlare oggi è la bellissima Piazza Grande. Ricordo le battaglie che si sono combattute  negli anni ottanta per renderla pedonale. Le solite polemiche e discussioni si protrassero per mesi. Alla fine (per fortuna) la spuntò il buonsenso ed è grazie alla visione di coloro che si sono battuti per questo che oggi Oderzo ha senza ombra di dubbio la più bella, la più accogliente,la più viva piazza pedonale di tutta la provincia.


Provare per credere. Come fotografo di strada, spesso mi diletto nel fermarmi per qualche ora, seduto ad uno dei tantissimi tavolini all'aperto dei vari bar a guardare, osservare e fotografare la gente che dal Torresin transita verso il ponte sul fiume Monticano o viceversa. Sono circa duecento metri ma nello slargo della piazza ecco che si può osservare, come in un film, la vita che scorre. 











I bambini giocano tranquilli mentre i loro genitori chiacchierano rassicurati dall'assenza di auto. Molte le coppie, giovani ed anziane che attraversano magari affrettandosi al suono della "campanella" del Duomo per l'inizio della Messa domenicale.

Tante le biciclette che vanno e vengono rispettosamente tenendo conto dei pedoni. E' veramente piacevole da vivere e da osservare magari assaporando un calice di buon Prosecco che si produce  anche in questa zona del Veneto.

Gli eventi che la arricchiscono sono tanti, ma voglio parlare del "fiore all'occhiello" delle manifestazioni che come in un bellissimo sogno la trasforma in un meraviglioso teatro sotto le stelle, mentre il venticello che caratterizza le serate  estive rende ancora più piacevole l'ascolto di "OPERA IN PIAZZA"

Ogni anno a luglio, grazie all' operoso e decennale impegno di due grandi artisti cittadini; Mariagrazia Patella e Miro Solman, (soprano e tenore), la piazza  si trasforma in una piccola grande "Arena" e ci regala opere liriche come "L'AIDA" e la "TURANDOT" che attraggono da VENTISEI anni migliaia di appassionati del bel canto che, complice il "dio pluvio" riescono a gustare le perle della nostra musica migliore con un tetto stellato e in un' atmosfera che  non ha paragoni in nessuna piazza d'Italia e che regge il confronto solamente con la vicina Arena di Verona. 



Il mercoledì è giorno di mercato e la piazza assume un aspetto diverso e più colorato con le bancarelle  e il viavai che caratterizzano tutti i nostri Mercati Settimanali in provincia di Treviso, con il vociare festoso che assomiglia molto al ronzio delle api d'estate quando ci avviciniamo ad una pianta di fiori colorati, mentre i commercianti chiamano ad alta voce le signore che si attardano a fare le ultime due "ciacole" prima di andare a buttar la pasta.


Il mercato non è solo l'occasione per comperare qualcosa, è un punto di riferimento per scambiarsi le ultime notizie e gli immancabili pettegolezzi, per gli uomini d'affari è un momento di incontro importante per concludere qualche contratto, magari con uno spritz all'ombra di uno dei bar all'aperto o sotto i portici che caratterizzano Oderzo, dandole quel sapore "vintage" che tanto ci sta caro.

La Perla dal passato interessantissimo si trasforma in una piccola bomboniera, curata, pulita e ricca di sorprese all'attento visitatore. Gli scorci fluviali ed architettonici la rendono ancor più  vivibile, e rimandano il turista occasionale quanto l'amatore ad un altro appuntamento, per conoscerla e viverla  nella sua semplice ma ricercata bellezza. 

Concludo compiacendomi per l'elezione del PRIMO SINDACO DONNA nella storia della città. Maria Scardellato detta "Muli" ha ottenuto un grande successo personale alle ultime elezioni e con la sua squadra ha promesso di rendere la città ancora più sicura e vivibile. In bocca al lupo e buon lavoro quindi alla neo eletta SINDACA.
                                       La Sindaca Maria Scardellato "Muli" parla  con la prima  moglie di Pavarotti

0