Caorle.Domenica 13 settembre la storica processione della Madonna dell'Angelo da non perdere

Quest'anno grazie all'organizzazione seguirò il corteo della processione in una delle barche, in questo modo spero di realizzare un video migliore di quello che troverete qui sotto (mi scuso per la scarsa qualità del video ma ho voluto documentarlo in ogni caso). Un evento Storico per la Città di Caorle che si ripete ogni cinque anni. Assolutamente da non perdere!
DOMENICA13 SETTEMBRE 2015: Programma Messe:
 Ore 7.00 e 08.00 (in Duomo) Ore 10 pontificale: presiede sua Ecc. il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia.
 La celebrazione si svolgerà in piazza Vescovado con l'altare allestito sulla gradinata verso il mare
 Ore 15.30: Secondi Vesperi

 Ore 16.00: Processione con l'immagine della Madonna dal Duomo al rio interno, quindi, via acquea: canale dell'Orologio, foce del Livenza e in mare fino al Santuario. Ore 19.00: Saluto del Patriarca con benedizione.

Domenica 13 la storica processione con il trasporto della statua della Madonna a ricordare l'evento miracoloso del 1727
"Secondo la tradizione, il Santuario della Madonna dell’Angelo è stato edificato attorno al secolo VI dagli abitanti di Concordia Sagittaria che, emigrati nell'isola per sfuggire alle invasioni barbariche, dedicarono la piccola costruzione a San Michele Arcangelo. La leggenda narra che alcuni pescatori videro una statua lignea raffigurante la Madonna galleggiare sulle acque del mare: questa era sorretta da un blocco di marmo molto pesante e gli sforzi dei pescatori per portarla a riva furono vani. Solo un gruppo di fanciulli, con il tocco innocente e delicato delle loro mani, riuscì nell'intento; in seguito all'avvenimento prodigioso, gli isolani decisero di dedicare la chiesa anche alla Beata Vergine: da qui il nome di Madonna dell'Angelo.
Il Santuario è stato protagonista di un altro evento miracoloso: nel 1727 Caorle fu investita da una terribile inondazione, ma la chiesa rimase indenne; ancora oggi, questo evento viene ricordato da due crocette di marmo ai lati del portale, che indicano il livello raggiunto dall'acqua del mare e sono riportate le seguenti parole: "Nella spaventosa inondazione marina del 31 dicembre 1727, l'acqua era salita fino a questa crocetta, senza che una sola goccia penetrasse nel Santuario".
0