Conegliano Città Alpina.Il raduno Triveneto un successo in 200 foto

Confesso che questa per me è stata la prima volta ad una adunata degli Alpini.Lo dico con una certa vergogna poiché li ho sempre ammirati e stimati, non solo per il sacrificio durante le due guerre che hanno sconvolto la nostra Terra ma anche per il senso di unità che questo Corpo, unico al mondo riesce a trasmettere. Qualche tempo fa ho scritto una breve storia in dialetto Veneto, dove immagino come il Buon Dio un giorno abbia deciso di "mettere in testa" agli uomini l'idea di formare un'organizzazione che potesse dare, per così dire, una mano agli Angeli, troppo occupati con altre faccende. Ecco qui il testo completo della storia.

Sono arrivato in bicicletta da +Cuore Veneto Codognè Treviso  alle sette del mattino. Ho pensato che la bici fosse il modo più pratico e veloce per muoversi in una città dove le auto erano vietate e ci sarebbe stato tanto da correre avanti e indietro a cogliere alcuni dei momenti speciali della manifestazione.

La bici mi ha permesso di fare quello che volevo senza intralciare nessuno e nei momenti clou della giornata l'ho semplicemente parcheggiata vicino a dove mi fermavo per scattare le foto.Devo per questo ringraziare Bepo Benedetti che mi ha dato la possibilità di usare un pass che mi ha reso le cose più facili.

Non voglio tediare il lettore con lunghi discorsi e lascerei la parola alle immagini. E' stato tutto comunque molto bello, emozionante ed entusiasmante.Grazie ancora agli ALPINI per aver scelto Conegliano e per aver regalato a migliaia di persone una mattinata ricca di cose belle.
I Veci




















































































































































































                                                                         I Bocie
0