Basta con i politici e la politica.E' tutto inutile. Parlerò solo di fotografia e argomenti leggeri

Oggi qualcuno ha letto questo post.L'ho riletto volentieri anch'io e confermo tutto quello che ho scritto ri- podtandolo su questo blog.Oggi ho avuto a che fare con la burocrazia italiana e si é rinnovato in me il senso di frustrazione che si prova quando ci si scontra con delle norme che sanno di Medioevo, altro che rinnovamento della politica. Mi sono messo nei panni di un giovane che cerca lavoro; è pazzesco quanto siano inutili gli uffici istituzionali che invece di aiutare chi si mette alla ricerca di un lavoro (più difficile oggi da trovare che il bianco tartufo d'Alba) rimpallano le responsabilità spedendo il povero disgraziato di ufficio in ufficio o rimandandolo a tempi lunghissimi che uno senza lavoro difficilmente può affrontare. Occorre rinnovare tutto, anche gli uffici del lavoro. Mi rendo conto che la prima difficoltà è nel fatto che il lavoro scarseggi, ma le persone e gli uffici atti a dare una mano devono essere modernizzati, avere gente preparata  che non risponda com'è successo a me." Ma guardi che noi non possiamo mica trovarle il lavoro" E allora a cosa servite dico io? Tutto inutile, come sempre.Fino a che durerà il nepotismo, la burocrazia non verrà mai estirpata e si andrà avanto come al solito.
Se scorrete le pagine (o i post come volete chiamarli) di questo mio umilissimo blog, troverete tanta politica. Ora basta. MI sono reso conto che parlare, urlare, protestare denunciare, puntare il dito contro le ingiustizie, la corruzione dilagante, il menefreghismo per chi soffre, in Italia  non serve proprio a niente se non a rovinarsi il fegato. I ladroni che ci governano continueranno a governarci e a rubare. Se sbagliamo noi, popolo bue, ci arrivano tasse, salassi ed imposizioni continue. Sentiamo continuamente dire che "questa è la volta buona", che le cose cambieranno. Niente. Tutto procede come da copione. I politici vengono eletti, poi beccati con le mani nella marmellata, vengono assolti o al massimo gli si da una piccola multa e poi avanti tutto come prima.Se leggete tutte le proteste ed i risentimenti del "popolo bue" sul web, sui social, su +YouTube  vi rendete conto del malessere sociale, della delusione profonda che alberga nei cuori  della povera gente, costretta a pagare tasse, a versare il 60% dei loro introiti ad uno Stato assente, inetto ed incapace a gestire la parola "giustizia". Siamo prigionieri di un sistema democratico che non lo è per niente. E' una dittatura bella e buona se la gente urla  le sue frustrazioni alla luna come un coyote nel deserto, senza che nessuno le raccolga. Mi fermo qui e da oggi parlerò della mia vera passione, la fotografia. Fino a quando la democrazia non verrà ripristinata realmente in questo Paese, non parlerò e non scriverò più di politici o di politica. Fate tutti veramente vomitare.Non solo le promesse vengono disattese ma il totale menefreghismo verso i problemi di chi soffre è veramente agghiacciante e cinico.Grazie di niente a tutti i politici che con i loro stipendi dorati ed i vitalizi da sceicchi non alzano un dito per migliorare la nostra amata Italia. Nel Centenario dell'entrata in guerra penso a tutti quei poveri diavoli che hanno lasciato i loro vent'anni in riva al Piave, convinti che il loro sacrificio sarebbe servito a migliorare la società in cui vivevano per i loro figli, per i loro nipoti. Il sangue di tutti quei giovani grida vendetta al cospetto di Dio, e coloro che sono complici del profondo senso di ingiustizia sociale che si respira oggi nel Bel Paese, la Casta, i Politici mafiosi e corrotti, ladri un giorno al cospetto di Dio pagheranno il loro debito. La giustizia non alberga in questo Paese, con questa classe dirigente. Da Sinistra e da destra si sente solo sbraitare. Ormai non vi crede più nessuno.
0