Analisi del voto Amministrative. Vince la sinistra. Perche'?

Italiano: Distribuzione regionale dei voti del...
Italiano: Distribuzione regionale dei voti della Lega Nord nelle elezioni del Senato 2008 (Photo credit: Wikipedia)
(by pio dal cin) La sinistra si porta via città importanti come Brescia e Treviso, capisaldi della Lega che cadono sotto la spinta di un rinnovamento che nel rilassamento totale o quasi  ha ritardato nelle riforme e nel conseguire i risultati prefissi.
La crisi, gli scandali e le beghe interne hanno smembrato e distrutto la Lega che eravamo abituati a conoscere e a rispettare come il più grande partito del Nord Est. Ora tutto cambia. Con la caduta di Gentilini a Treviso (peraltro annunciata molto prima del voto in questo mio articolo del 28 Febbraio scorso ) la Lega Nord riceve un ulteriore messaggio dai suoi elettori: "Non ci fidiamo piu".

 All'elettore medio, in tempi di crisi così nera, non importa assolutamente niente delle beghe interne per il potere che hanno scosso il Carroccio negli ultimi mesi portando allo scoperto le lotte intestine che dovevano essere gestite in maniera diversa e più privatamente. Interessano forse di più gli scandali che l'hanno scosso come un terremoto, visto che gli onesti dovevano essere qui, che Roma era ladrona e che bisognava assolutamente colpire chi rubava.

I diamanti e lo Yacht da due milioni di Euro, assommati alle beghe interne per la sucessione, un Maroni blando, un Tosi troppo sicuro di se, un Zaia che non puo' prendere le redini in mano in quanto ha le mani legate dal suo ruolo di Presidente della Regione, un Muraro che con l'idea di lanciare una "Razza Piave" ha di fatto dato il via alle divisioni interne culminate con commissariamenti ed espulsioni che sapevano troppo di "tempi che furono", hanno contribuito alla totale perdita di fiducia degli elettori Leghisti che hanno di fatto delegittimato quella classe dirigente che non ha saputo tenere sotto controllo nemmeno  coloro che sbraitavano ad alta voce che loro (i Romani) erano i ladri e noi (Popoli del Nord) eravamo gli onesti, pronti a stracciarsi le vesti al primo scandalo.

Niente Federalismo, Niente Padania. Le aziende Venete e del Nord hanno sofferto molto più di altre Regioni della crisi che fa chiudere 40 imprese al giorno, che ci fa leggere di suicidi quasi quotidianamente, e la Lega, la grande speranza degli elettori del Nord cosa ha saputo fare se non venir presa di mira dai media per gli scandali e  rendere pubbliche le lotte intestine che di fatto la stanno smembrando lentamente ma inesorabilmente?

La Lega è finita? Mi chiedevo il 30 Maggio in Questo articolo; oggi con la perdita del Fiore all'Occhiello che è stata la Treviso dello Sceriffo Gentilini, l'elettorato ha mandato a dire in modo chiaro e schietto che se la "barca" non è affondata poco ci manca. Il Pdl si è frantumato prima delle Politiche, il Pd dopo le primarie, Il M5S di +Beppe Grillo  ha perso nelle Amministrative e continuerà a perdere quota inesorabilmente. La Lega  
avrebbe dovuto rinnovarsi qualche mese fa; adesso sembra molto difficile che riesca a riprendere quota.

Perchè allora tutti questi consensi verso la sinistra? Ma non era il Pd che aveva fatto scoppiare lo scandalo MPS?  E non dimentichiamo i due mesi perduti da Bersani a "cincischiare" nel tentativo di formare un Governo che anche i bimbi dell'asilo sapevano non avrebbe mai potuto formare?

Forse il fatto che la Camera, il Senato, lo stesso presidente Napolitano ed il Primo Ministro Letta siano di sinistra ha fatto si che gli elettori dessero più fiducia a loro piuttosto che ai vecchi alleati Berlusconi & Company che hanno di fatto disilluso le speranze degli Italiani.

Chissà... anch'io stento a capire. Una persona amica con la quale ho discusso oggi delle ultime vicende politiche, pur non considerandosi "esperta" in questo campo (e chi lo è in effetti?) mi ha detto una frase semplice semplice, ma che mi ha fatto molto riflettere:
" La politica è come una partita a tennis, ora gioca e vince la destra, poi gioca e vince la sinistra, alla gente piace veder cambiare i vincitori, dar loro una chance, poi si stuferanno della sinistra e vincerà ancora la destra. In questo balletto chi vince? Ne la destra ne la sinistra. Chi perde? Gli spettatori che pagano il biglietto, noi, il "Popolo Bue"



Enhanced by Zemanta
0