Grillo perde consensi e continuerà a perderne se non cambia rotta. Perchè?

Image representing Facebook as depicted in Cru...
Image via CrunchBase
Image representing Twitter as depicted in Crun...
Image via CrunchBase
English: Beppe Grillo, Italian comedian, activ...
English: Beppe Grillo, Italian comedian, activist and blogger. (Photo credit: Wikipedia)
(by pio dal cin) Quando dopo le elezioni politiche dello scorso febbraio +Beppe Grillo  e quelli del Movimento Cinque Stelle si sono trovati con dei risultati che forse non avrebbero nemmeno loro pensato di ottenere.
Non tornerò ad analizzare quel voto o le ragioni che hanno portato il M5S al successo, la stanchezza, la crisi , la delusione per la politica eccetera.

Quello che mi interessa di piu' capire in questo momento, alla luce del flop alle amministrative.E' il frutto di parecchi sbagli fatti dal comico Genovese ed il suo entourage.Ecco gli sbagli che a mio modesto parere ha commesso dopo il grande successo elettorale di Febbraio.

                                                                        PRIMO

La fiducia concessa a Grillo ed al suo movimento non ha trovato un riscontro "reale":

Viviamo in un'era dove i Media sono imprescindibili dalla nostra vita stessa. Siamo (purtroppo) stati cresciuti a pane e TV.

Nonostante l'avvento dei Social Network come Facebook Twitter Google+, è praticamente impossibile ed assurdo pensare di gestire un movimento solamente attraverso un Blog, anche se di successo mondiale.

Certo, ci saranno stati tantissimi nuovi contatti e persone che si sono iscritte al popolare Blog, ma non si puo' pensare che tutti coloro che hanno votato per Grillo possano essere propensi a visitare il suo Blog per sapere le novità del Movimento. Una maggior apertura a radio e TV sarebbe stata opportuna fin dall'inizio.

                                                                       SECONDO

Bravo Grillo a restituire i 45 milioni dei rimborsi elettorali; una mossa che avrebbe dovuto essere "copiata" dagli altri, però oltre a questo, l'intransigenza di Grillo (peraltro inevitabile visto l'impegno pre elettorale) a formare un governo, le critiche a destra e a manca urlate dalle piazze,ed i continui attacchi a volte esageratamente volgari alle istituzioni dello Stato, al presidente Napolitano e a tutte le iniziative per portare il Paese fuori dalla crisi, hanno prodotto un senso di sfiducia anche da parte di chi aveva scelto di votare Grillo.

Criticare si, se lo merita la politica corrotta, i partiti ed i parlamentari strapagati però quello che è mancato e che ancor'oggi manca al Movimento è il proporsi pubblicamente, la scarsa chiarezza nelle proposte che vogliono portare avanti, non sempre chiaramente spiegate dai neo eletti intervistati mentre in fretta e furia cercano di raggiungere i loro posti alla Camera ed al Senato. Fermatevi. Fatevi intervistare, fatevi capire.
La gente comune interpreta queste "fughe" da radio e TV come una specie di rifiuto a farsi conoscere traducibile con " Non diciamo niente; siamo nuovi, siamo fighi, leggetevi il blog". Capisco che Grillo sia scettico a rilasciare interviste che potrebbero essere travisate da giornalisti meno seri di altri, però attaccare tutta la stampa, tutti i giornalisti, tutti i media, alla fine ha avuto ed avrà l'effetto boomerang che si è intravisto alle amministrative.

                                                               MESSAGGIO CHIARO

Tre mesi dopo le Politiche il messaggio è chiaro: Non basta sbraitare ed attaccare tutto e tutti (compreso Papa Francesco attaccato sul blog di Grillo, appena eletto, ed accusato ingiustamente di convivenza con il dittatore Argentino); bisogna proporre, usando Televisione, Radio, Giornali e senza dare per scontato che tutti i giornalisti (Italiani, visto che quelli esteri vanno bene) siano marci.

Se si tornasse al voto domani il flop di Grillo diverrebbe ancora più evidente perchè la gente che lo ha votato esige e chiede a grande voce più chiarezza nei programmi (se ci sono) e più visibilità mediatica da parte del leader e dei suoi seguaci.  Basta nascondersi dietro ad un blog. Uscire allo scoperto con proposte reali è essenziale adesso più che mai se vogliono conservare i consensi.

                                                              OCCASIONE PERDUTA

Peccato aver perduto un'occasione d'oro; un po' come se il M5S si fosse trovato improvvisamente dietro il volante di una nuovissima Ferrari dove però, invece che innestare le marce per guidarla e sfruttarne al massimo le prestazioni, ci si è limitati a lasciarla in "folle" accellerando, facendone sentire il ruggito, e questo probabilmente agli elettori non è piaciuto e non piacerà nemmeno alle prossime elezioni


                                                                CONCLUSIONE
Ammesso e non concesso che sia già troppo tardi per recuperare i consensi perduti, +Beppe Grillo  dovrebbe rivedere immediatamente la sua strategia mediatica, magari facendosi aiutare da qualche guru della comunicazione mediatica (extra internet) e si renda più disponibile ad apparire, senza sbraitare contro tutto e tutti, un comportamento che porterebbe forse il Movimento fuori da un circolo vizioso che comincia ad assomigliare molto ad un cagnolino che si sta mordendo la coda e che inevitabilmente finirà per farsi del male da solo.





Enhanced by Zemanta
0