Perchè Grillo riempie le piazze?Chi vincera'?

Fenomeno Grillo perche'?(by pio dal cin)  +Beppe Grillo Il vero vincitore di queste elezioni? Perche' anche senza un programma ben preciso riesce a galvanizzare e a riepire le piazze da Nord a Sud?


Non serve certo un esperto di politica per capire il successo che sta avendo +Beppe Grillo  in questa campagna elettorale. La gente si sente dire quello che più le ta a cuore, dal vivo, e non filtrato dalle televisioni. Populismo? Puo' essere. Chiamatelo come volete, il fatto è che il comico Genovese sta facendo man bassa in un'elezione dove tantissime persone lo voteranno se non per il suo programma politico (non sembra averne uno se non quello di mandarli tutti a casa), almeno per dimostrare a coloro che da cinquant'anni ci prendono in giro che è arrivata l'ora di cambiar pagina.

Dovrebbero ringraziare +Beppe Grillo  i politici, e anche le istituzioni poichè tra  tutta la gente che lo voterà, il comico ha saputo attirare anche i più facinorosi, i più scontenti, quelli che, se non ci fosse stato lui sarebbero pronti a prenzdere forconi e doppiette e magari andare a far loro una visitina in parlamento.

Con il suo "populismo" e la sua "demagogia" ulrlata dai palchi delle piazze d'Italia, il comico miliardario e preparato sul Web 2.0 ha saputo unire un'Italia divisa. Un po' quello che aveva fatto la Lega Nord negli anni '90, con una differenza; mentre la Lega era riuscita ad attirare un elettorato prettamente "nordista" +Beppe Grillo  è invece riuscito ad unire un' Italia stanca di vedere i soliti papponi spartirsi pensioni da 90mila Euro al mese, partiti che si beccano milioni di Euro da coloro che pagano le tasse, Burocrati che spendono denaro pubblico come se fossero noccioline mentre piccoli imprenditori si suicidano incapaci di vedere una soluzione alle continue vessazioni dello Stato e del Fisco.

I pensionati non ce la fanno, i giovani senza lavoro, le imprese senza commesse. Colpa della crisi? Troppo facile, ma dov'è la crisi se i vertici di una politica corrotta si intascano milioni di Euro e non passa un giorno dove non si senta parlare di un nuovo scandalo, prontamente messo a tacere, dove questo o quel politico abbia rubato,corrotto, preso tangenti?

+Beppe Grillo  è il moderno Robin Hood, che ha il coraggio di dire chiaro e schietto in faccia a tutti quello che pensa, e le cose che dice la gente le vuol sentire, perchè basta, la gente è veramente stanca di una classe politica alla quale non crede più nessuno, nemmeno loro stessi.

Bersani? Altro che primarie, avrebbe dovuto lasciare il timone a Renzi, rimanendo nell'ombra, come stanno facendo i "soliti noti" come D'Aelema, Veltroni, Bindi e Prodi, lasciando alla nuova generazione il timone del partito avrebbe attratto tanti degli indecisi e degli scontenti, sia da destra che da sinistra, i più moderati perlomeno, pronti a riconoscere in Renzi un uomo che aveva voglia di cambiare le cose.

Berlusconi? Le promesse vanno mantenute. Ci vogliono i fatti prima delle elezioni, non dopo. Le uscite su Mussolini, le battutine da gogliardo universitario e da "sex symbol" non fanno più ridere la gente stanca di sentire il solito disco rotto


Monti? Credo fermamente che il Prof. Senatore a vita volesse fare qualcosa per l'Itlalia, e lo voglia fare ancora. Peccato che sia partito dal basso, dimenticandosi delle classi più abbienti, ha tassato i poveri cristi che prendono lo stipendio, i pensionati, le imprese.

+Beppe Grillo  probabilmente sarà più vicino al 30% che al 20% in queste elezioni. Il suo successo lo si sente nell'aria. Poi immancabilmente dovrà fare i conti con Roma, con il Parlamento, dove stranamente, tutti entrano con buoni propositi ed escono con una marea di privilegi, laptops,tablets,smartphones, pensioni e stipendi d'oro ai quali diventa difficile rinunciare una volta abituati.

Ecco che la buona volontà di tutti coloro che entrano in quel "Club Prive'" si trasforma presto in un "super attack" colla da spalmare sulle poltrone, che verrà tenuto così fino alla morte.

Scollarsi di dosso quelle poltrone sarà molto difficile. Non ci riuscirà nemmeno +Beppe Grillo  e farà la fine di tutti gli altri.

Nonostante questo l'Italiano stanco di promesse gli darà il voto e gli credera' almeno per questa volta. Questo è il suo momento e tutte le forze politiche dovranno tenerne conto, almeno per questa tornata.


Qualsiasi governo uscirà da queste elezioni dovrà per forza di cose allearsi con coloro che ha denigrato durante la campagna elettorale in corso. Bersani se vince dovrà tenere conto del Gatto e della Volpe Fini e Casini.

Lo stesso se vincerà il centro; da qualche parte dovranno guardare, ma non avranno difficoltà essendo maestri nel voltare gabbana.

L'unico elemento di disturbo sarà proprio lui,  +Beppe Grillo  che romperà le scatole a tutti, senza allearsi con nessuno (per ora) e anche senza nessun programma politico sarà senz'omba di dubbio il vero vincitore di queste scellerate elezioni.

1