Obama ha vinto; ma non con il mio voto

English: President Obama had called on the two...
English: President Obama had called on the two former Presidents to help. During their public remarks in the Rose Garden, President Clinton had said about President Bush, ‘I’ve already figured out how I can get him to do some things that he didn’t sign on for.’ Later, back in the Oval, President Bush is jokingly asking President Clinton what were those things he had in mind. (Photo credit: Wikipedia)
Il Corriere della Sera di oggi pubblica la lettera di una bimba, Sophia Bailey, al Presidente Obama, ringraziandolo per l'appoggio che sta dando alle nozze gay. "A scuola gli amici mi prendono in giro..."

Nel 2008 votai con grande entusiasmo per Obama. Credevo con forza che fosse la persona giusta per risollevare l'America dai "tempi oscuri" nei quali l'aveva fatta precipitare quello che ritengo essere stato la "disgrazia planetaria dell'ultimo millennio" : George W. Bush.

Quando qualche mese fa, ho saputo che Obama appoggiava in pieno i matrimoni gay, ho deciso che mi sarei astenuto dal voto, in quanto mi sono sentito "tradito" dalla sua scelta.

Per quello che mi riguarda non ho assolutamente niente contro i gay. Credo che chiunque abbia il sacrosanto diritto di scegliere come vivere la propria vita sessuale, ci mancherebbe!

Da qui a legalizzare le unioni tra due persone dello stesso sesso al punto di dar loro lo status di "famiglia" il passo e' troppo lungo, e per me, che credo fermamente alla famiglia composta da un uomo, una donna ed i figli che tale unione vada a creare.

Niente voto quindi per Obama. Il mio piccolo voto, il mio silenzio di fronte ad una scelta che secondo me andra' a complicare la gia' difficile struttura della famiglia Americana.

Rommney allora? No. Nemmeno lui ha saputo dimostrare di avere il carisma necessario a condurre una Nazione cosi' eterogenea verso tempi migliori. Le sue boutades su le donne, e altre gaffes a livello Internazionale gli sono costate la Casa Bianca.

Non e' vero che bisogna per forza esprimere il proprio voto. A volte il silenzio pesa di piu'.

Mi immagino se ad Aprile, quando gli Italiani saranno chiamati a votare, si
astenessero in massa ( magari 80%), sarebbe l'unico e vero segnale di una stanchezza verso i partiti, i loro rappresentanti e tutto il male che stanno facendo al Popolo Italiano, rubando e vessando con tasse impopolari che penalizzano le fascie piu' deboli.

Successe qualcosa di simile in Francia verso la fine dell'800.
Il 14 Luglio 1789 ( facile da ricordare) ci
fu la presa della Bastiglia che portoo' alla Rivoluzione Francese.

Non succedera' in Italia.I Francesi erano affamati oltre che ad essere schifati per la loro classe dirigente corrotta e ladrona.

Oggi siamo troppo obesi, sia fisicamente che mentalmente per fare rivoluzioni e la nostra "flaccidita'" altro non fara' che alimentare la corruzione ed il modus operandi di una classe politica troppo abituata a gestire capitali enormi a scapito delle fascie piu' deboli che continueranno a subire come hanno fatto fin'ora.
Enhanced by Zemanta
0