Poste Italiane Mission Impossible


Mission

Poste Italiane fra innovazione e tradizione
Diventare un'azienda di servizi ad alto valore aggiunto che, valorizzando i suoi asset fondamentali ed in particolare la presenza capillare sul territorio, soddisfi le specifiche necessità della clientela tutta, nelle sue molteplici articolazioni, con una ampia ed integrata offerta di servizi costruiti sulle proprie competenze logistico/postali, finanziarie, di gestione dei processi di "outsourcing".
Strumento fondamentale per il conseguimento di questi obiettivi è l'uso di tecnologie Informatiche e di Telecomunicazione (ICT) all'avanguardia dirette alla costituzione del sistema "a rete" tra i più avanzati, completi e capillari del Paese.

          

                                           MISSION IMPOSSIBLE (consegna della posta)
Copio e incollo dal sito delle Poste Italiane il "senso della missione"di un'azienda che dovrebbe essere all'avanguardia a livello mondiale ma non riesce a recapitare le lettere in tempo e all'indirizzo giusto.
Oggi come altre volte, ho dovuto provvedere di persona a smistare la posta tra i vicini (e i lontani) di via e di numero. Il postino ha sbagliato per l'ennesima volta.

Capisco che non è colpa sua. Se chi organizza la distribuzione non ha capito che cambiando troppo spesso il giro al postino lo si confonde penalizzando il servizio all'utente postale, forse sarebbe meglio che rivedesse il sistema distributivo in "toto".

Personalmente ho inviato lettere, fax, mi sono presentato di persona all'ufficio distribuzione competente per la zona. Qualcosa è migliorato. I settimanali ai quali sono iscritto arrivano abbastanza regolarmente nelle ultime settimane(speriamo bene per il futuro).

Per quello che riguarda la posta ordinaria, come ho detto sopra, lo smistamento lo faccio io regolarmente quasi ogni giorno perchè viene depositata nella mia casella postale la corrispondenza di altri utenti che nulla hanno da spartire con il mio nome, cognome, indirizzo o numero civico.

Sembra quasi che nella fretta di consegnare la posta il postino (che cambia quasi ogni settimana) non guardi nemmeno il numero o il nome scritto sulla casella.

Ridateci il vecchio sistema con il postino "a chilometro zero" che era una persona del paese che non sbagliava mai una consegna. I sistemi non erano automatizzati ma gli errori erano praticamente nulli.

Adesso che il sistema dovrebbe funzionare a puntino, si assiste esattamente all'esatto contrario: l'inaffidabilità e l'assoluta incertezza sull'orario di consegna e la sua precisione.

1