Ma chi se ne frega dell'Europa? Usciamone subito!!!

Diciamo le cose come stanno e usciamo allo scoperto. Basta con i teatrini di Francia  Germania (e con le loro egemonie sugli altri paesi europei) Se l'Italia non può avere il peso politico che hanno loro, in una situazione di emergenza come quella dei clandestini, allora stiano da soli. Si alleino con la sinistra che è sempre pronta a criticare le mosse del governo, dimenticando che, se siamo in questa situazione con i clandestini la grandissima parte della responsabilità è proprio di una sinistra inetta che in vent'anni non è riuscita a proporre una legge immigratoria che potesse essere applicata alla nostra realtà geografica.

Ma veramente vogliamo andare a braccetto con la Francia? Non prendiamoci in giro. I Francesi non li abbiamo mai sopportati, ci sono sempre stati sulle palle con la loro "grandeur" e la volontà di soffiarci i primati dei vini migliori, dei cibi migliori eccetera. Non parliamo poi dei "crucchi" Tedeschi. Vogliamo fare i diplomatici anche con loro? Abbiamo ancora le rugggini antiche della guerra da smaltire, e la loro esagerata sicurezza di essere indispensabili in europa li fa diventare tanto antipatici quanto i Francesi.

Cerchiamo di andare daccordo con Rumeni, Bulgari e tra poco dovremo sorbirci anche le "orde" dei Turchi in Europa. Chissà cosa avrebbero da dire i milioni di morti che l'impero Ottomano ha fatto in Europa durante l'espansione. Quando furono fermati finalmente alle porte di Vienna si parlò di un miracolo. Adesso li stiamo per accogliere a braccia aperte perchè "sono cambiati", sono "indispensabili " alla nostra economia. Tutte Balle.

Come possiamo pensare  di andare daccordo con 27 stati dell'Europa se non riusciamo nemmeno a m etterci daccordo tra regioni Italiane?


Usciamo quanto prima da questa europa inutile. L'euro ha portato solo pellagra e sfiga, crisi internazionale e svalutazione di una Lira alla quale però eravamo affezionatamente abituati. Nessuno in Italia può dire (a parte la sinistra) che le cose siano migliorate con l'avvento dell'euro. Ci hanno dimezzato il potere. Ridateci la Lira e la nostra indipendenza.

Siamo stufi di vedere clandestini che protestano perchè sono trattati male e  non mangiano quello che vorrebbero. Rimandiamoli indietro. Fermiamo l'invasione. Solo ai veri profughi, quelli che scappano dalla fame e dalla guerra dobbiamo garantire un aiuto che in parte viene negato dalla presenza di ventimila fanulloni venuti da uno stato (la Tunisia) dove fino a l'anno scorso si andava in vacanza in villaggi e hotels a cinque stelle. Boicottiamo il loro turismo, e se hanno bisogno di fondi per la loro economia,facciamoli prelevare dalle immense ricchezze del beduino Gheddafi, visto che gli sono stati sequestrati miliardi di euro.

Quando gli altri stati della dis-unione europea si renderanno conto che non potrebbero fare a meno della "cenerentola" Italiana, buona solo per essere sbattuta di qua e di la; quando si accorgeranno che la nostra posizione geo-politica fa si che siamo un'enorme portaerei a disposizione degli alleati, pronti a concedere loro le basi in un clima di quasi-sudditanza, allora forse capiranno l'importanza che abbiamo nello scacchiere mondiale e si offriranno di aiutarci anche con i clandestini.

Fin tanto che continueremo a mostrarci deboli ed insicuri perchè non siamo nemmeno liberi di gestire la nostra politica estera se non ci viene suggerito da Sarkozy o dalla Merkel, perderemo sempre di più lo smalto e diventeremo il dormitorio del Nord Africa in fiamme. Blocchiamo il mare!  Ripossessiamoci dei nostri confini, da SOLI! Per farlo non abbiamo bisogno di amici europei che alla prima difficoltà non hanno pensato nemmeno un minuto a scaricarci senza volerci dare una mano. Mandiamoli tutti a quel paese(si proprio a quel paese che inizia per F e finisce per O) e ritroviamo il nostro orgoglio patriota, prima che sia troppo tardi anche per ritornare indietro.
0