Clandestini a Lampedusa- Nulla di fatto-

http://www.youtube.com/watch?v=UkmsUUIuulc

E' stato divertente vedere Berlusconi che annunciava la sua nuova "cittadinanza" Lampedusiana ed il fatto che in 48- 60 ore tutti i clandestini saranno ricollocati altrove. Appunto: RICOLLOCATI.
Non è questo che si aspettava l'Italia o l'Italiano medio. Forse andrà bene per i Lampedusiani che dopo un mese di sbarchi si vedranno riconsegnare l'isola e (forse) torneranno al loro tran-tran quotidiano. Non va bene per il resto dell'Italia che si troverà ad affrontare delle emergenze più o meno gravi, in relazione al numero di clandestini spostati. In Puglia sono cominciate già le dimissioni di sindaci e sottosegretari poichè il numero dei clandestini che dovevano essere mandati in quella regione è stato abbondantemente superato.

E' un po' come scopare la polvere sotto il tappeto, prima o poi riemerge. Rivivo oggi la sindrome della spazzatura di Napoli. Tutto pulito, tutto messo a posto. Dopo un mese siamo di nuovo con la spazzatura fuori nelle strada.

                                                           RISOLVERE ALLA RADICE IL PROBLEMA

Il problema clandestini va risolto alla radice. In questo caso in Tunisia. Non certo stanziando milionate di euro (dateli a noi qui in Italia), bensì rispedendo al mittente i clandestini. Sono daccordo che bisogna aiutarli quando sono in mare. Si fanno attraccare, si fanno scendere, si prendono le impronte, si fanno accomodare in sala d'aspetto e quando ce ne sono abbastanza da riempire un C130 si rispediscono da dove sono partiti.

La Tunisia non li vuole? Poverini...perchè noi si invece?

                                                            BISOGNA INSEGNAR LORO A PESCARE

Diceva un vecchio saggio: " Non dare loro il pesce, ma canna da pesca e amo ed insegnagli a pescare, così avrai risolto il problema per sempre".
Ecco cosa fare. Rispedirli, immediatamente. Tutti i partiti,ed  i politici cercano una soluzione (ma la stanno cercando veramente?) ma la soluzione è solo una: bisogna convogliare un messaggio ben chiaro: SE SBARCATE QUI SARETE RISPEDITI AL MITTENTE.

Razzismo? Intolleranza? Mancanza di  umanità? Guardate allora il resto dell'Europa, che non sta facendo per niente la sua parte. La Francia in primis (sapendo che i Tunisini parlano benissimo il Francese) chiude le frontiere e si barrica forte della sua distanza chilometrica da Lampedusa. Gli altri 27 pirle faranno lo stesso, se ne strafregheranno del problema e lascieranno la patata bollente all'Italia e agli Italiani.
Europa Unita dei miei coglioni! Quando serve non c'è mai.

                                                          I COMUNI ITALIANI

Nell'alto Medioevo i Comuni Italiani combattevano tra di loro ed erigevano mura altissime a difesa del loro territorio da forze invadenti. Alcune vestigia delle mura si vedono ancora nelle nostre città. Forse dovremo tornare a quei tempi per proteggerci da chi vuole invaderci fisicamente e culturalmente, altro che Europa Unita!

                                                        CI VOGLIONO FATTI: NON PAROLE!

Chi riuscirà a risolvere questo grande problema? Berlusconi? Bossi? Maroni? Boh! Non lo so. Di certo non sarànno ne le forze del centro con Casini ne la nuova destra di Fini. Non sarà Di Pietro e nessuno ovviamente della sinistra "sbraitante" degli ultimi tempi. Si sa solo condannare ed urlare senza proporre. Un elettore stanco o indeciso non saprebbe dove guardare. Una cosa è certa. Chi prenderà saldamente le redini della situazione clandestini (NON MI RIFERISCO OVVIAMENTE AI PROFUGHI) rispedendoli IMMEDIATAMENTE, avrà il consenso pololare ed i voti. Tutti gli altri si attaccheranno al consueto "tram", aspettando invano la prossima occasione.

                                                            LA GENTE COMUNE E' STANCA

Sondando le opinioni, tra la gente, mi sono reso conto di quanto importante sia per il comune cittadino la risoluzione del problema clandestini. La gente comune mormora e si aspetta risposte CONCRETE.
L'allontanamento dei clandestini da Lampedusa che può ad un primo momento sembrare una soluzione al problema, potrebbe rivelarsi un boomerang, una volta che ricomincieranno gli sbarchi, perchè il messaggio che abbiamo mandato oggi con lo show di Berlusconi è semplice: " Venite in Italia, a Lampedusa che poi, quando sarete abbastanza da non poterne più, vi caricheranno su grandi navi e vi porteranno più a Nord, nei centri di "accoglienza" da dove con comodo potrete scappare e confondervi tra la popolazione locale fino all'integrazione nel nome di una politica immigratoria che fa acqua da tutte le parti."
0